Home Costa dei Trabocchi Le Spiagge più belle di Vasto

Le Spiagge più belle di Vasto

da Giovanna Colantonio

Le spiagge più belle di Vasto

Il litorale vastese è un susseguirsi di spiagge dorate, ciottoli bianchi, acqua cristallina e cale nascoste. Non resta che scegliere quale preferire, in base alle diverse esigenze. Ma non è sempre facile riuscire a trovarle!

Mottagrossa è uno dei tratti più solitari e impervi di tutta la riviera adriatica. Una lunghissima spiaggia di sassi bianchi a ridosso della Riserva di Punta Aderci. Ideale per trascorrere un’intera giornata al mare, attrezzandosi con un pranzo al sacco e scarpette da scogli.  È facilmente raggiungibile con l’auto che si può parcheggiare proprio davanti alla spiaggia. La strada per raggiungerla è solo un po’ stretta, quindi fate attenzione. 

  • Facilità di accesso90

Punta Aderci. Nella top delle spiagge più belle d’Italia, è immersa nell’omonima Riserva, tra delfini e fratini. Il famoso promontorio cala a picco sul mare, ricordando le scogliere irlandesi. C’è un ampio parcheggio dove lasciare l’auto, e come per ogni riserva naturale che si rispetti, c’è un bel tratto da percorrere a piedi per raggiungere la spiaggia, compresi alcuni scalini che permettono la discesa dal promontorio. Bisogna essere attrezzati con cibo e acqua. Ma, almeno per una volta, ne vale assolutamente la pena!

  • Facilità di accesso60

Libertini. Sabbia e piccole pietroline contraddistinguono questo tratto di spiaggia sempre all’interno della Riserva, tra Punta Aderci e Punta Penna. L’accesso si trova lungo il percorso che porta al Promontorio. Considerata quindi l’altezza, c’è da scendere per una bella gradinata scavata nella costa. Abbastanza stancante, ma bellissimo!

  • Facilità di accesso50

Spiaggia di Punta Penna. Chiamata dai vastesi “La Pennuccia” e ritenuta uno dei posti più belli al mondo, ha fine sabbia dorata e un fantastico mare blu. Regala tramonti imperdibili nelle attardate sere estive, tra una birra e una patatina. È un ampio tratto di spiaggia esclusivamente libera e spesso affollata, ma trovare parcheggio lungo la strada non è difficile. Vi si accede da due punti, o camminando per qualche minuto lungo un viale, senza nessuna difficoltà, oppure scendendo per una gradinata, un bel po’ più faticoso.

  • Facilità di accesso80

Vignola. Imboccata la traversa “Via Vignola al mare”, potrebbe essere un po’ complicato trovarla. È un piccolo paradiso di sassi incastonato tra scogliere e trabocchi. Lasciata l’auto a ridosso della nuova pista ciclabile che percorre la costa, per raggiungerla bisogna camminare circa una decina di minuti attraversando un tratto boschivo. Rende al massimo nelle ore mattutine, con la bassa marea, quando l’acqua è cristallina e il fondale poco profondo, in cui ben si vedono le rocce che affiorano in superficie.

  • Facilità di accesso40

La Canale. Pochi posti sono così spettacolari, in grado di immergere il visitatore in uno scenario naturale unico. Un susseguirsi di calette che disegnano tratti caratteristici di costa, tra lembi di spiagge di ciottoli e grandi rocce. Si arriva con l’auto imboccando una stradina lungo la Statale SS16 e si prosegue a piedi camminando per qualche minuto su un vialetto sterrato.

  • Facilità di accesso60

San Nicola. Comodo parcheggio con sentiero facilmente percorribile per accedere all’ampia spiaggia di sassi e scogli dalle forme più svariate. Mare azzurro intenso, fondale di sabbia e rocce che diventa subito profondo. Un connubio perfetto per chi ama la tranquillità di un posto poco affollato ma facilmente accessibile.

  • Facilità di accesso80

Torricella: una piccola cala appartata dove grandi rocce emerse creano una naturale piscina di acqua limpida. Si accede attraverso un  sentiero prima, una breve gradinata poi. Bisogna scavalcare la prima serie di scogli per raggiungere l’intima spiaggetta di sabbia e pietre a ridosso di un trabocco. Fantastica!

  • Facilità di accesso50

Casarsa o Casarza: parcheggio comodo e ben visibile dalla Statale SS16, breve scaletta per arrivare sulla spiaggia di sassi con numerosi e imponenti scogli sul fondale. Mare blu intenso, che assume tutte le sfumature dell’azzurro a seconda dell’orario. Rumore delle onde e nient’altro.

  • Facilità di accesso80

Trave: affascinante location dove un’insenatura di sabbia e pietre crea una cala totalmente protetta dagli scogli, a ridosso di un trabocco e con vista sulla statua della Bagnante. Il mare è tra i più belli dell’intero litorale. Si accede attraverso un sentiero o a scelta una rampa, costruita per attraversare quella che un tempo era la vecchia ferrovia adriatica, e poi scendendo altri scalini intagliati nella falesia.

  • Facilità di accesso70

Vasto Marina: Il litorale sabbioso che parte dalla statua della Bagnante è lungo circa 7 chilometri, ed è attrezzato con numerosi stabilimenti balneari e punti di ristoro alternati ad ampi tratti di spiaggia libera. Mare pulito con fondale poco profondo, ideale per tranquilli bagni con tutta la famiglia. La caratteristica mezzaluna che accompagna il golfo si presta a rilassanti passeggiate sulla battigia.

  • Facilità di accesso100

Riserva Naturale Marina di Vasto: le caratteristiche dune rappresentano un paesaggio unico scomparso quasi ovunque. Si tratta di un prezioso tratto di costa abruzzese con vegetazione e piante rare in pericolo di estinzione, che circondano un’ampia spiaggia di sabbia fine lambita dal mare.

  • Facilità di accesso90

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento