Home Vasto A piedi per il centro

A piedi per il centro

da Gate 309

A piedi per il centro

Gate 309

Vasto sorge in un angolo di mondo per il quale Madre Natura sembra aver dato il meglio di sé. 

Ma se le spiagge infinite, i trabocchi e le distese di verde rappresentano un punto fisso per chiunque visiti la zona, non dobbiamo dimenticare che il centro storico della città è un vero gioiellino.

Ecco quindi un itinerario per esplorarlo a piedi.

Iniziate da Piazza Barbacani, resa affascinante dalla presenza dell’imponente Castello Caldoresco, costruito nel 1439 da Giacomo Caldora sui resti di una precedente fortificazione.

Guardando la facciata principale, imboccate la strada a sinistra e proseguite dritto.

Benvenuti a Piazza Rossetti, la piazza principale della città!
Dopo averla attraversata centralmente, spostatevi sulla sinistra e percorrete via Camillo Benso Conte di Cavour fino a quando non si aprirà alla vostra sinistra un bellissimo panorama sul mare.
Prendete la discesina che si apre proprio accanto al Caffè Venezia e che sembra voglia avvicinarvi a quella infinita distesa di blu.

Continuando a camminare, non impiegherete molto a rendervi conto di essere in uno dei punti più belli di Vasto. La strada che conduce al belvedere lascia senza fiato a qualsiasi ora del giorno, ma per un tocco di romanticismo in più non perdete l’occasione di percorrerla al tramonto.

Superando ristoranti e storiche abitazioni, non ho dubbi che vi innamorerete dell’atmosfera che la Loggia Amblingh è in grado di regalare a chiunque passi di lì.
Residenti e visitatori.

Se siete di fretta o vi sentite stanchi, potete decidere di imboccare la stradina sulla destra (dando le spalle al panorama) per dirigervi verso la Cattedrale e saltare le prossime tappe, passando direttamente alle ultime.
Ma se avete ancora un po’ di energie o di tempo a disposizione, vi consiglio caldamente di immergervi nei tanti vicoli.

Guardando il mare, tornate indietro verso destra. Probabilmente, scendendo, vi sarete fermati a fotografare una scalinata coloratissima. Ecco, è lì che dovete salire.

Da qui non serve dare indicazioni precise, perché non c’è cosa più bella che perdersi in quella ragnatela che forma il centro storico per scoprire nuovi angoli, fermarvi a sorseggiare un caffè o vedere nuovi scorci comparire all’improvviso.

Dopo aver esplorato le tante stradine, tornate verso il cuore del centro storico e raggiungete Corso de Parma. Qui sorge la Cattedrale di San Giuseppe e, poco più avanti, Palazzo d’Avalos, uno dei più significativi esempi di architettura rinascimentale abruzzese, sede di musei, eventi e meravigliosi giardini panoramici.

Costeggiatelo a sinistra fino a ritrovarvi nuovamente affacciati sul mare.
Siete sul belvedere di Porta Palazzo. Come avrete intuito, Vasto è molto panoramica!

Proseguite mantenendo il mare sulla destra e, godendovi la vista, raggiungete i resti della chiesa di San Pietro, di cui è rimasto intatto solo il portale (non credo serva spiegare come mai sia stata soprannominata “Porta del Cielo”).

Da qui tuffatevi nuovamente nei vicoli e per tornare al punto di partenza, cercate di mantenervi sulla sinistra fino a raggiungere nuovamente Piazza Barbacani.

Il nostro breve itinerario a piedi finisce qui, ma è inutile specificare che una città piena di fascino e storia come Vasto ha molto altro da mostrare e raccontare.

Questo è stato un piccolo assaggio, un’anteprima che -da vastese d’adozione- spero possa far innamorare ogni visitatore di questa splendida città che non smette mai di stupirmi e che ho la fortuna di poter chiamare casa.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento